Campiglia.IT
LUNEDÌ 28 NOVEMBRE 2022 | 74 visitatori on-line | VISITE DAL 3 OTTOBRE 2002: 393952


ico_ristorante.gif
 DOVE MANGIARE
 E ALLOGGIARE


Benvenuto su Campiglia.IT
Se non conosci il nostro paese, ti suggeriamo di iniziare la visita dalla sezione comune oppure dalla sezione parrocchia.
COMUNE | PARROCCHIA
FORUM

L'utilizzo del forum implica la lettura integrale dell'informativa art. 13 "Codice in materia di protezione dei dati personali" e la sua accettazione.

Argomento proposto da grezzo
Ultimo commento inserito il 15/07/2021 19:25:32 - 989 risposte al forum
Amici di donPa e C.
Credo sia giunto il momento, e spero lo troviate equo, di riunire qui tutte le voci sparse nei vari forum, gruppi, articoli, in sostegno dell’ uomo tanto condannato e contestato per aver negato riconoscimento (non quello legale) ad un figlio presunto.
Trovo che i numerosi tentativi di "far parlare" anche l'altra faccia della medaglia, e di restituire dignità a chi, tanto calpestato e umiliato, è costretto a negarsi e a vivere nel silenzio la sua dolorosa "battaglia", e tutto per non aver aperto il cuore proprio in questo forum, vadano accolti e riuniti sotto un'unica voce, quella dei semplici, dei più piccoli, di coloro che sperano, di coloro che amano, lontano dai riflettori e dalle telecamere.
Io non so se il donpa fosse davvero il padre di quel piccolo o qualcuno che è a lui molto vicino, ma mi piace pensare di dedicare loro uno spazio di rinascita...grazie a chi vorrà accogliere questo invito e contribuire a sollevare gli animi di chi, ormai senza voce, aspetta ancora un cenno, una parola, una carezza.
INSERSCI IL TUO COMMENTO

INSERISCI IL TUO COMMENTO
Codice di verifica: 21641
Inserisci codice di verifica: 

Autore: 


Ho preso visione ed accetto il regolamento del forum esposto alla pagina Forum

  
Risposta inserita da Χαρά il 15/07/2021 19:25:32
Il corso di 2 gg " Libro della Gioia " dedicato alla lettura del Vangelo costa sempre 400 a persona o dopo il covid è aumentato ?
RISPONDI AL COMMENTO

Risposta inserita da Io il 01/01/2019 00:38:02
Ah, umiltà!
RISPONDI AL COMMENTO

Risposta inserita da PastoreKalos il 16/03/2018 20:38:31
“Don “Mauro Inzoli, soprannominato "don Mercedes” vista la sua passione per auto e lusso, dovrà scontare 4 anni, 7 mesi e 10 giorni di reclusione per otto abusi .

Il prete approfittava della confessione e del forte ascendente esercitato sulle proprie vittime; per "rabbonirle" e confondere le sue mire portava come esempio il rapporto filiale tra Abramo e Isacco. Le vittime venivano indotte al silenzio e sottomissione a causa della "forte sottomissione psicologica". (Il Giorno , marzo 2018)

RISPONDI AL COMMENTO

Risposta inserita da notizie casertane il 06/03/2018 22:42:06
Don Michele Barone, cugino dell’omonimo Michele Barone ras dei Casalesi e fedelissimo del boss Michele Zagaria,per recuperare i 3mila euro che avrebbe prestato alla famiglia per portare la figlia in pellegrinaggio, li invita a far prostituire la figlia. "Lui ha parlato da camorrista", lo hanno accusato i genitori della ragazza.Le testimonianze raccolte dall’inviato de ‘Le Iene’ hanno inoltre confermato il ruolo di predatore sessuale.
Il sacerdote del Tempio di Casapesenna arrestato dalla Squadra Mobile di Caserta, sospeso dalla Curia di Aversa, era solito sputare in bocca alle ragazze perché considerava benedetta la sua saliva, ma ricorreva anche a metodi più violenti picchiando le giovani “possedute dal demonio”. Don Michele Barone era a capo di una vera e propria setta. La procuratrice Maria Antonietta Troncone ha spiegato che le “indagini hanno consentito di stigmatizzare un contesto criminale inquietante”.

06.03.2018 - Don Michele Barone resta in carcere.

RISPONDI AL COMMENTO

Risposta inserita da graziedonpa&co. il 23/02/2018 20:30:32

«Spogliati e dormi con noi, altrimenti la Madonna e San Michele ti puniscono».
E' una delle frasi aberranti con le quali don M. Barone, appoggiato e coperto dalla sua amante e dalla setta che lo proteggeva avrebbe costretto le sue vittime a subire, oltre a
intimidazioni psicologiche, ripetuti abusi sessuali.

Arrestato oggi il prete di punta della propria diocesi e noto frequentatore interpellato dai salotti di Rai 1 e reti Mediaset su molte questioni di fede : castità e celibato dei preti, apparizioni, giovani e famiglie. Era intervenuto spesso nelle trasmissioni che avevano trattato il caso padovano del prete di San Lazzaro ed aveva assunto posizioni di ferma condanna contro le doppie viti dei preti. Tra le accuse quelle di violenze ed abusi, in particolare nei confronti di giovani donne, spacciate per cure o riti di liberazione ed esorcismi. Il caso più eclatante quello riguardante una minorenne. A questo si aggiunge il tentativo di depistare le indagini comprando il silenzio di un inquirente delle forze dell’ordine incaricato di eseguire le indagini sul prete e le altre persone coinvolte
(Stampa 22 02 2018)


RISPONDI AL COMMENTO

Risposta inserita da Luca Dodici il 25/01/2018 15:16:49
Padova- Parrocchia San Lazzaro
" Il tutto avveniva con disinvolta tranquillità e nessun sospetto da parte della comunità, che ancora non crede, giustifica o si rifugia nella teoria del complotto
Siamo a Padova. Nella stanza al secondo piano della canonica di San Lazzaro, laddove appeso al muro c’è un crocifisso con un Cristo sofferente, sono stati rinvenuti sexy toys di ogni tipo usati dall’ ex parroco titolare della parrocchia fino a pochi mesi fa . Oltre agli oggetti, tanti video amatoriali pornografici realizzati dallo stesso Contin che amava riprendersi e riprendere quanto avveniva nella canonica . Nella vicenda è stato coinvolto anche un altro prete, Cavazzana, collaboratore di Contin. Entrambi hanno ammesso di avere "amato" molte persone: donne, uomini di colore, trans…."
(web gennaio 2018)
RISPONDI AL COMMENTO

Risposta inserita da Cnosso il 11/11/2017 15:00:04
"don" victor, paolo, andrea solo a san lazzaro: in pochi anni addirittura 3 casi.

" In una recente riunione della Pontificia commissione per la tutela dei minori è stato deciso che il gruppo di lavoro incaricato di definire gli orientamenti dovrebbe prendere in considerazione la stesura di linee guida sulla questione dei figli dei preti».
Il Vaticano ha deciso di intervenire ma, specifica la missiva, «il problema è complesso e necessita di un’attenta valutazione».

Il diritto canonico non prevede una normativa specifica che copra questo genere di fattispecie, ma si limita ad affermare gli obblighi di celibato e continenza per i sacerdoti. Quello che varie associazioni internazionali di figli dei sacerdoti si aspettano dalla Santa sede, in fin dei conti, è che quest’ultima rilasci delle norme atte a sanare un vuoto legislativo o regolamentare, alla luce di tanti
casi emersi - non più giustificabile
 (Il Giornale.it, 8 novembre 2017).
RISPONDI AL COMMENTO

Risposta inserita da marco diciottosei il 12/10/2017 16:05:24

I figli nascosti dei preti.... questione da sempre nota alle gerarchie del vaticano, ma sottostimata quando non oggetto di comportamenti ipocriti , omertosi ,criminali portata all’attenzione – se non altro a parole – da alcune associazioni clericali
http://www.ilmessaggero.it/primopiano/vaticano/vaticano_figli_preti_bergoglio_papa_celibato_irlanda-3210058.html
Dopo il clamore mediatico innescato dai preti padovani , incapaci di coniugare la loro idea di amore con la verità, il caso di don Turrion che ammette la doppia paternità e lascia il sacerdozio
RISPONDI AL COMMENTO

Risposta inserita da CALIEL il 02/10/2017 14:24:47
Mi permetto di commentare quanto scritto dagli Amici di DonPa. Faccio una premessa: ho fatto tutti i corsi del percorso Pneumopsicosoma e anche alcune attività correlate. E' evidente come la mia vita sia cambiata anzi trasformata totalmente e mi si è aperto un mondo di novità con un unico scopo la gioia. Ma non intervengo per questo, non ce n'è bisogno, intervengo solamente perchè mi stupisco come ancora oggi, ci siano persone che hanno la necessità di dover "difendere" o "salvare" il Donpa, quando mi sembra evidentemente chiaro che non è necessario prendere le sue difese e che non credo nemmeno esse siano gradite. Per quanto anche a me a volte mi fanno letteralmente incazzare le cose che leggo con lo scopo di screditare Donpa e che evidentemente non mi interessa minimamente se il figlio c'è o no, ho capito in questi anni di percorso che tante persone in effetti, probabilmente per mancanza di equilibrio, tendono a "fanaticizzarsi" e a mostrarsi davvero "estremisti" pubblicizzando o difendendo il Donpa. Ecco, credo che sia causa proprio di questi estremismi e di gente che ha fatto i corsi e non comprende la parola "umiltà" e "basso profilo" che poi la gente esterna pensa che tutto sia semplicemente una manipolazione di menti o peggio ancora una setta.
Personalmente quindi credo che il percorso sia una cosa talmente intima che non necessita di proclami, pubblicità o altro e soprattutto che Paolo Spoladore, per quanto chiaramente ha dimostrato, non ha bisogno di essere difeso da nessuno...piuttosto nella nostra semplicità e nei nostri cambiamenti possiamo ispirare ciò che abbiamo avuto la fortuna di imparare...
grazie
RISPONDI AL COMMENTO

Risposta inserita da Sandro il 17/06/2017 10:22:27
GRAZIE A TUTTI!!!


E' fantastico e sorprendente notare i cambiamenti che avvengono in noi quando ad un certo punto del nostro percorso esistenziale decidiamo di lasciare socchiusa quella porta che ci consente di proseguire la nostra ricerca alla scoperta della conoscenza interiore e spirituale.
Per questo, ringrazio in primis tutte le persone che con i loro commenti su questo forum hanno risvegliato in me una parte che fino ad oggi viveva nel dubbio e nella perplessità.
Ringrazio vivamente gli amministratori del forum che danno la possibilità a tutti di intervenire in libertà nel rispetto reciproco.
Infine, un grazie di cuore al DonPa, al dott. Raffaele Migliorini e a tutto lo staff di Usiogope che con la loro grande professionalità continuano a divulgare il loro fantastico progetto.
… ah dimenticavo....un abbraccio e un grazie anche al simpaticissimo Matteo...
il bassista del gruppo!!!

RISPONDI AL COMMENTO

Risposta inserita da Felicetto il 12/04/2017 14:00:50
Preti e abusi di potere
Impunità ed intoccabilità
"Molti sapevano"

Confermati 9 anni di reclusione per don Sergio Librizzi, accusato di concussione e violenza sessuale. Librizzi, avrebbe preteso prestazioni sessuali in cambio del visto. Dalle indagini della sezione di pg della Forestale presso la Procura sarebbero emersi almeno 8 casi
Era davvero potente Don Librizzi, a Trapani, al centro, da anni, di una vasta rete di potere sul fronte dell’immigrazione. Controllava Ipab ed enti, cooperative ed associazioni, un business, quello dell’accoglienza, più che mai florido a causa dell’emergenza di questi ultimi anni.
Era di casa al Cie di Trapani Milo come al Cara di Salinagrande. E per i ruoli che rivestiva con una sua parola era in grado davvero di cambiare la vita di un immigrato, facendogli avere lo status di rifugiato o il rinnovo di un permesso.
Tutti sapevano del vizietto di Don Librizzi, nessuno parlava.

Scrisse il Gip Cersosimo nella sua ordinanza: “I pochi coraggiosi che hanno avuto la forza di tentare di opporsi alle sue reiterate malefatte hanno subito intimidazioni, minacce, vere e proprie aggressioni”. Qualcuno voleva fare denuncia, ma c’è stato chi, all’interno delle istituzioni, ha “invitato a non sporgere denuncia e di mettere tutto a tacere con il chiaro effetto di creare intorno al Librizzi l’aura di soggetto intoccabile e impunibile”.
RISPONDI AL COMMENTO

Risposta inserita da Saulo Saulo il 18/03/2017 16:50:49

Ascoltare e far conoscere

La scelta delle vittime e l' irretimento esercitato dal preti guru minato da deviazioni narcisistiche , nella canonica della violenza ed orrore a san lazzaro Padova
Fonte http://www.raiplay.it/video/2017/03/La-vita-in-diretta-f687a9c0-504b-41d8-83df-78d8f297edb2.html
RISPONDI AL COMMENTO

Risposta inserita da Immagination il 19/02/2017 12:50:23

"Capi di stato, fondatori di religioni e leader di piccole collettività sono sempre stati ,istintivamente , abili conoscitori e manipolatori di folle. Hanno spesso usato termini, citazioni e simboli sacri.In questo modo ne sono diventati prima guide e poi padroni" (G.LB.)
RISPONDI AL COMMENTO

Risposta inserita da Marco Otto il 08/02/2017 12:57:01

E' inquietante che quella statua di Maria comprata
con i soldi dei parrocchiani quando ancora c'era don rock che l'aveva "benedetta" e fatta mettere in cima alla chiesa di san lazzaro - a garanzia della protezione che avrebbe assicurato
alla chiesa e comunità stessa -abbia dovuto assistere ai più
indecorosi ed ignominiosi degradanti atti che un "uomo"( di dio?)possa commettere . In spregio totale al corpo, all'amore,ai figli, alla sacralità del luogo.
Come mai quella benedizione ha avuto effetto al contrario?
Grazie "don" paolo, roberto,andrea i tre parroci che hanno abitato la canonica che tutto il mondo ora associa all'immagine della violenza e del tradimento
RISPONDI AL COMMENTO

Risposta inserita da G. il 23/01/2017 15:22:25
Da individuo a pecora


«La gente ha bisogno di punti di riferimento, di una guida carismatica, di un padre.

Il problema è che il prete
si porta addosso (spero ne abbia sempre meno) una sua sacralità, nel senso di "separato, distinto", di prìncipe fulcro centrale della comunità. Solo.

"Se non possiede una forte spiritualità,
rischia di confondere il vero centro,
Cristo, con se stesso .

Ha tutti attorno,
tutti dipendenti da lui,
tutti ossequienti

E così rischia di avere una percezione falsata della realtà.
Se poi quel prete è dotato di fascino carismatico,
rischia di pensare: "Io posso tutto".

E se, ancora, ha pure delle capacità manageriali, è finita “

( da Avvenire )
RISPONDI AL COMMENTO

Pagine: 1  2  3  4  5  6  7  8  9  10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20
21  22  23  24  25  26  27  28  29  30  31  32  33  34  35  36  37  38  39  40
41  42  43  44  45  46  47  48  49  50  51  52  53  54  55  56  57  58  59  60
61  62  63  64  65  66  




Siti cattolici


Dominio registrato da NOI Ass. "Don Giuseppe Zanettin" - C.F. 95020560249 - Copyright - Privacy